L'intervista

Le docenti del Polo Liceale illustrano il Piano triennale dell'offerta formativa

Le professoresse Guastamacchia e Logrieco, figure strumentali per l'Area 1 - Gestione del Ptof dell'istituto, ci spiegano le finalità del documento «costitutivo dell'identità culturale e progettuale dell'istituzione scolastica»

Attualità
Terlizzi mercoledì 14 marzo 2018
di Francesca Balsano
studenti
studenti © TerlizziLive

Il Ptof, piano triennale dell’offerta formativa, amplia l’autonomia delle scuole e richiede l’assunzione concreta e diretta di responsabilità da parte dei singoli istituti al fine del miglioramento continuo del servizio di istruzione.

Il Polo Liceale lo ha implementato il 26 ottobre scorso, approvandolo in consiglio di istituto ai primi di novembre 2018. A tal proposito abbiamo intervistato le figure strumentali per l’Area 1 - Gestione del Ptof dell'istituto Fiore-Sylos, la professoressa Flora Guastamacchia, docente di discipline letterarie, e la professoressa Serafina Logrieco, docente di filosofia e scienze umane.

Professoressa Flora Guastamacchia, cominciamo con una semplice domanda: cos’è un Ptof?

Il Ptof, piano triennale dell'offerta formativa, sostituisce, con la legge 107/2015, il precedente Pof, piano dell'offerta formativa. Esso è redatto ai sensi della legge 107/2015, recante la "Riforma del sistema nazionale d’istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti". Il piano è predisposto entro il mese di ottobre dell'anno precedente al triennio di riferimento, è elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e di amministrazione definiti dal Dirigente Scolastico con proprio atto d’indirizzo (circolare n.18 del 30/09/2015), tenuto conto delle proposte e dei pareri formulati dai genitori e dagli alunni, nonché della disponibilità a collaborare con l’Istituzione scolastica fornita da alcune realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti nel territorio. Il piano è rivedibile annualmente ed è il documento formativo costitutivo dell'identità culturale e progettuale dell'istituzione scolastica ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell'ambito della loro autonomia.

Professoressa Flora Guastamacchia, può spiegare in che modo è cambiata la capacità organizzativa della scuola alla luce dell’entrata in vigore del Ptof?

Alla scuola con la legge 107 è stato riconosciuto un ruolo centrale nella società relativamente all'innalzamento dei livelli d’istruzione e competenze degli studenti, nel rispetto dei tempi e degli stili di apprendimento, cercando di contrastare il fenomeno dell'abbandono e della dispersione scolastica, le disuguaglianze socioculturali e territoriali anche attraverso una scuola aperta, quale laboratorio di ricerca, sperimentazione e innovazione didattica. Per il raggiungimento di questi fini la programmazione triennale dell'offerta formativa si rende indispensabile anche attraverso forme di flessibilità dell'autonomia didattica e organizzativa previste dal regolamento, attraverso un'articolazione modulare del monte orario annuale di ogni disciplina, il potenziamento del tempo scolastico, la programmazione flessibile dell'orario complessivo del curricolo. I docenti dell'organico concorrono alla realizzazione del piano triennale dell'offerta formativa con attività d’insegnamento, potenziamento, sostegno, organizzazione, progettazione e coordinamento. Tutto questo deve articolarsi anche alla luce delle risorse del territorio cui la scuola si apre e con cui interagisce.

Professoressa Logrieco, l’elaborazione del Ptof, un mero adempimento burocratico o identità culturale e organizzativa della scuola?

Il Ptof non è per niente un adempimento burocratico. È invece il documento fondamentale e caratterizzante della scuola e in particolare dell’identità culturale e progettuale del Polo Liceale, in quanto con esso si esplicita la progettazione curriculare, extracurriculare, educativa e organizzativa dell'Isitituto.

Professoressa Logrieco, il Ptof del Polo Liceale si caratterizza per?...

Elemento caratterizzante del Ptof del Polo Liceale è la valorizzazione delle identità culturali di provenienza degli studenti, utile alla promozione dello sviluppo di un pensiero critico sulla situazione socio-economico-culturale del territorio, nella quale lo studente, cittadino di domani, si troverà a operare per migliorarla e rivitalizzarla.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette