Dal 29 luglio al 4 agosto

Arriva la terza edizione di Chiù, il Festival dell'Illustrazione

A fine luglio torna l'appuntamento con la rassegna di illustrazione, disegno, arte e musica con ospiti di levatura nazionale come Mariantonietta ed Emidio Clementi

Attualità
Terlizzi venerdì 14 luglio 2017
di La Redazione
chiù
chiù © TerlizziLive

Torna per il terzo anno consecutivo al Mat il Chiù - Festival di illustrazione e dintorni.

L'appuntamento è dal 29 luglio al 4 agosto presso il laboratorio urbano di Terlizzi: la manifestazione, organizzata dal Collettivo Zebù, è realizzata con le partnership e le collaborazioni di Regione Puglia, Comune di Terlizzi, Bollenti Spiriti, Spine Temporary Small Press Bookshop, Officina di Strada e Laboratori Tanè.

"Il Chiù Festival è sicuramente la produzione più ambiziosa organizzata presso il Mat, centro culturale ormai punto di riferimento nel nord barese per progetti di inclusione sociale, eventi e produzioni musicali, teatrali e artistiche, per i servizi offerti (studio di registrazione, centro serigrafico, laboratorio di falegnameria e progettazione, residenze teatrali) e per le attività formative in campo artistico", si legge in un comunicato di Zebù.

"Ogni anno il laboratorio urbano terlizzese gestito dal Collettivo Zebù esprime il massimo delle sue potenzialità con il Chiù, catalizzando l’attenzione di una media di 5000 utenti in una settimana all’insegna del fumetto, dell’illustrazione, dell’arte figurativa e di tutte le sue possibili contaminazioni con altre espressioni artistiche, attraverso il dialogo costante tra le diverse arti: workshop, mostre, eventi, presentazioni, incontri con gli artisti, proiezioni, concerti, spettacoli teatrali, residenze artistiche. Il tutto condensato in sette giorni che rappresentano e coronano perfettamente tutte le attività che si svolgono durante l’anno".

Il programma definitivo, che sarà reso pubblico nei prossimi giorni, prevede ospiti di spicco del mondo dell’illustrazione e dell’arte. Si partirà con l’esclusivo concerto di Adriano Viterbini (leader dei Bud Spencer Blues Explosion) in “Tour blu”, disegnato dal vivo dall’artista Davide Toffolo. Il poliedrico fumettista illustratore, nonché frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti, sancisce la collaborazione con la terza edizione del Chiu’ con la mostra, visitabile durante tutti i giorni del Festival, dal titolo “La Musica che mi piace. 15 serigrafie di Davide Toffolo. *Nirvana *Pearl Jam *Tarm *Capovilla *Ferretti *Succi e altri”.

La musica sarà protagonista anche nella serata conclusiva con il live dei Bamboo e la loro musica frutto di gioco e ricerca con oggetti comuni della vita di ogni giorno, passando per la presentazione del nuovo progetto di Emidio Clementi e Corrado Nuccini, “Quattro Quartetti” e uno speciale reading disegnato di Maria Antonietta, accompagnata dal delicato tratto di Alice Schiavone, che alternerà letture di grandi poetesse ai suoi brani in chiave acustica.

Saranno ospitate dal festival produzioni artistiche prestigiose come “Le città hanno gli occhi” di Lele Marcojanni, “Alla faccia!” di Corraini, “Sogni al campo” di Mara Cerri e Magda Guidi.

Per sette giorni al Mat numerose opportunità di formazione con workshop, seminari e focus di approfondimento sul mondo dell’illustrazione e dell’editoria con importanti ospiti del panorama nazionale come Vincenzo Filosa, Marco Somà, Ratigher, Angelo Milano, Elisabetta Tramacere e Riccardo Zanini per Diábolo Edizioni e Sara Pavan solo per citarne alcuni.

Spazio anche al cinema d’animazione con la produzione francese “La mia vita da zucchina” del regista Claude Barras, autentica gemma del panorama cinematografico del 2016, in una giornata dedicata ai laboratori e al mondo dei più piccoli.

Una speciale attenzione sarà dedicata al teatro, con “Non è la solita Commedia”, un esclusivo spettacolo dell'attore premio David di Donatello nel 2007 Giorgio Colangeli, ispirato alla Divina Commedia di Dante e accompagnato dalle illustrazioni di Mabel Morri.

Nell’ottica della ricerca della contaminazione tra espressioni artistiche, Riccardo Lanzarone e l'illustratore Massimiliano Di Lauro terranno il laboratorio di teatro “Io non sono Innocente” collaborando alla realizzazione di una performance inedita che sarà presentata durante il festival.

L’associazione culturale Spine sarà presente tutti i giorni con una selezione ad hoc di libri e albi illustrati - in copie limitate - per tutte le età e per tutti i gusti, con un ventaglio di proposte editoriali ricercate.

Non resta, dunque, che aspettare fine luglio per tornare a vivere appieno il Mat.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette