Il caso

«Due persone organiche al Pd condannate per diffamazione verso un militante di Città Civile»

Il movimento politico diffonde la notizia della condanna in sede penale «di un membro della segreteria e del figlio dell'ex deputato dem per aver diffamato un militante di Città Civile con espressioni riferite a fatti privati»

Politica
Terlizzi martedì 13 marzo 2018
di La Redazione
Primo comizio in piazza Cavour per Vitagliano
Primo comizio in piazza Cavour per Vitagliano © TerlizziLive

"Riceviamo la notizia che un membro della segreteria del Partito Democratico (di una precisa corrente) e il figlio dell'ex deputato del Pd [Gero Grassi, n.d.r.] sono stati condannati penalmente per aver diffamato con espressioni prive di alcun rilievo politico ma riferite a fatti privati un dirigente di Città Civile. Nel caso del membro della segreteria del Pd è stato persino applicata l'aggravante della 'continuazione', ovvero la diffamazione è stata posta in essere - recita testualmente la sentenza del Tribunale di Trani - 'con più atti all'interno dello stesso disegno criminoso'".

È il movimento politico Città Civile a diffondere, attraverso una nota, la notizia della condanna per diffamazione, che riguarda fatti risalenti alla campagna elettorale delle elezioni comunali di giugno.

"Questa condanna penale è solo la cima della montagna di insulti e offese che singoli membri del nostro movimento hanno subito nella scorsa campagna elettorale, senza alcun riguardo con la politica, con l'obiettivo di intimorire e danneggiare il nostro impegno politico - sottolinea Città Civile -. Dimostra anche che c'è stata una convergenza di una precisa componente politica (che speriamo minoritaria all'interno di un partito come il Pd che riteniamo importante per le sorti della città) con le offese provenienti da destra, confermando un filo nero che lega che questi soggetti".

"Non c'era certo bisogno di questo, per confermare che stiamo dalla parte giusta, malgrado i nostri errori e le nostre imperfezioni - prosegue la nota -. Ci sentiamo, però, parzialmente risarciti e per questo continueremo con rinnovato vigore il nostro impegno per rendere la nostra città più civile. E non lo faremo da soli. Lo faremo insieme a tutte le forze democratiche di questa città, compreso certamente il Pd, alle quali ci appelliamo per combattere insieme ogni forma di bullismo politico contro chiunque sia esercitato e da qualunque parte provenga".

Lascia il tuo commento
commenti