Il governatore Emiliano ha prodotto una relazione sui criteri e le linee generali del riordino ospedaliero

Piano di riordino, l’attesa è delusa: nessuna nuova sul destino del Sarcone

Gli effetti della manovra sanitaria saranno resi noti presumibilmente lunedì. «Ancor più importante diventa la mobilitazione cittadina di domani. Nessuno manchi», è l'appello di Gemmato

Politica
Terlizzi sabato 27 febbraio 2016
di La Redazione
emiliano durante la presentazione del piano ospedaliero © n. c.

Stamane si è tenuta presso il Policlinico l'attesa presentazione del Piano di Riordino Sanitario Regionale, protagonista il governatore della Puglia - nonché assessore ad interim alla sanità - Michele Emiliano.

Nel frattempo, in piazza, si è formato un sit-in di protesta, composto da attivisti del Movimento Cinque Stelle e rappresentanti dei comitati locali, i quali hanno contestato la politica del governatore, che tuttavia appare deciso a proseguire per la propria strada.

Contrariamente alle aspettative, l'incontro non ha fornito alcun elemento di novità: chi si aspettava informazioni certe su quali e quante strutture siano destinate alla chiusura o al ridimensionamento è rimasto deluso. Ogni comunicazione ufficiale, in questo senso, è rimandata presumibilmente a lunedì prossimo.

«La montagna ha partorito il topolino - dichiara Gemmato in una nota. - Tutto si è esaurito in una relazione sui criteri del riordino e sulle sue linee generali. È rimasto completamente deluso chi, come me e non penso di essere il solo, si aspettava delle risposte certe in merito alle voci di stampa sulla chiusura/declassamento dell'Ospedale di Terlizzi. Sopratutto». 

«È rimasto deluso chi voleva sapere quali fossero le risposte dell'Amministrazione regionale alla domanda di salute dei cittadini dei vari territori. Quanto accaduto oggi - conclude il sindaco di Terlizzi - rafforza il convincimento che tutta la città si debba schierare a difesa dell'Ospedale e del proprio diritto alla salute».

«Ancor più importante diventa la mobilitazione cittadina di domani. Nessuno manchi», è l'appello di Gemmato. L'appuntamento è per le 16 davanti al Sarcone.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette